• Elimina il bannerModifica il bannerVisualizza tutti i banner
    • Elimina il bannerModifica il bannerVisualizza tutti i banner

News Fiscali

  • NOVITA’ SU FISCO E AGEVOLAZIONI

In quest’area puoi trovare le ultime novità in ambito fiscale di maggiore interesse ed impatto per la tua attività.

  • COMPENSAZIONI DEI CREDITI IVA:  DAL 2010 SI CAMBIA REGIME

Dal 1° gennaio 2010, per tutti i contribuenti è partita una piccola rivoluzione per quanto riguarda la possibilità di utilizzare il credito IVA in compensazione con altri tributi e contributi.
Infatti, se fino al 31 dicembre 2009, chi chiudeva l’esercizio con un credito IVA aveva la possibilità di sfruttarlo in compensazione con IRPEF, IRES, IRAP, ICI, Contributi previdenziali e premi INAIL quasi senza limiti (l’unico limite era infatti fissato nel tetto massimo di € 516.456,90), a partire dal nuovo anno non sarà più possibile sfruttare liberamente il credito IVA dell’anno precedente, qualora si intenda utilizzare in compensazione un importo annuo superiore a 10mila euro.
Oltre tale soglia, sarà infatti necessario presentare preventivamente la dichiarazione annuale IVA, e se si vorrà utilizzare in compensazione un importo annuo del credito IVA superiore a 15 mila euro, la dichiarazione annuale dovrà aver ottenuto il visto di conformità da un professionista abilitato (dottore commercialista, ragioniere commercialista o consulente del lavoro).
Per i contribuenti soggetti al controllo contabile di cui all'articolo 2409-bis del codice civile, è valida anche la sottoscrizione di chi firma la relazione di revisione che garantisce la corrispondenza tra i dati delle scritture contabili e quelli riportati in dichiarazione.
In caso di false attestazioni sarà comminata la sanzione da 258 a 2.582 euro e, nel caso in cui l'illecito si ripetesse o fosse particolarmente grave, è prevista la segnalazione agli organi competenti per ulteriori provvedimenti.

Per evitare che il contribuente debba aspettare a lungo prima di poter utilizzare il credito emergente dalla dichiarazione annuale (si ricorda che il termine di presentazione scade il 30 settembre), è stata prevista la possibilità di presentare la dichiarazione Iva annuale separata dal modello Unico, in forma autonoma, cioè a partire dal 1° febbraio successivo all'anno d'imposta. La modifica consente di compensare il credito annuale a partire dal 16 marzo.
Inoltre, chi presenterà la dichiarazione annuale entro febbraio non sarà tenuto alla trasmissione della comunicazione dati Iva.
E' anche disposto che le operazioni di compensazione per importi superiori a 10mila euro annui dovranno avvenire utilizzando esclusivamente i servizi telematici messi a disposizione dall'agenzia delle Entrate.

Le nuove limitazioni non si applicano al credito IVA relativo all’anno 2008, che quindi potrà essere compensato ancora liberamente.


 

  • DETASSAZIONE DEGLI INVESTIMENTI – TREMONTI TER

Una delle misure della manovra estiva di maggiore impatto sulla generalità delle imprese è l’agevolazione sull’acquisto di macchinari e attrezzature. Si tratta di una riedizione, snellita e semplificata, delle precedenti agevolazioni ideate da Tremonti.
A chi si rivolge
L’agevolazione non è per tutti. E’ infatti diretta ai titolari di reddito d’impresa qualunque sia la forma giuridica (ditte individuali o società) mentre ne sono esclusi i titolari di reddito professionale e agricolo.
Investimenti ammessi al beneficio
Sono agevolabili gli investimenti in macchinari e attrezzature effettuati  successivamente al 1° luglio 2009 ed entro il 30 giugno 2010. I macchinari agevolabili sono quelli di cui al raggruppamento 28 del codice Ateco 2007. Si tratta di macchinari che intervengono meccanicamente e termicamente sui materiali e processi di lavorazione a prescindere dalle attività destinatarie, comprese quelle speciali destinate al trasporto dei passeggeri e merci. La norma non fa distinzione tra beni nuovi o usati né tra beni acquistati in proprietà, acquisiti in leasing o a noleggio.
Come funziona
Il beneficio consiste in una detassazione dell’utile fiscale del 50% degli investimenti effettuati nel periodo previsto. Non è necessario alcun confronto con gli investimenti effettuati nei precedenti periodi d’imposta, come invece lo era per le precedenti agevolazioni Tremonti. Molto semplicemente: se gli investimenti sono pari a 100, si avrà una detassazione dell’utile di 50 e quindi un risparmio fiscale calcolato su 50.
Revoca dell’incentivo
Il beneficio viene revocato se l’impresa vende i beni agevolati o li destina a finalità estranee all’attività prima del secondo periodo successivo all’investimento. In questo caso il beneficio diventa una sopravvenienza attiva del periodo in cui si è verificato il disinvestimento e quindi sottoposto a tassazione.

  • CHIEDILO AL FISCALISTA

Quest’area è aperta a chiunque voglia rivolgersi ad un esperto in materia fiscale per chiedere chiarimenti e approfondire le materie trattate nell’area “novità su fisco e agevolazioni”, o voglia porre altri quesiti vertenti su qualsiasi problematica in materia fiscale.
Ai quesiti visualizzati in quest’area, il fiscalista risponderà pubblicamente e, per chi lo richiederà espressamente, anche in privato, alla casella di posta elettronica che verrà indicata dal richiedente.


Esponi il tuo quesito:  v.defranco@dfricambi.it

 

    • Elimina il bannerModifica il bannerVisualizza tutti i banner
    Promo Ammortizzatori
    • Elimina il bannerModifica il bannerVisualizza tutti i banner
    Pastiglie Freno in offerta
    • Elimina il bannerModifica il bannerVisualizza tutti i banner
    Il tuo Kit Frizione in offerta
    • Elimina il bannerModifica il bannerVisualizza tutti i banner
    Promo Dischi Freno
    • Elimina il bannerModifica il bannerVisualizza tutti i banner
    Promo Lubrificanti
    • Elimina il bannerModifica il bannerVisualizza tutti i banner
    Offerta batteria
Informativa sulla privacy | Condizioni di Vendita | Garanzia sui prodotti | Richiesta preventivo
© 2012 - 2013 || DE FRANCO | P.Iva 01907670788

Software basato su Banca Dati - Powered by Proger Srl 

Software basato su Banche Dati e TecDoc - Powered by Proger Srl